Skip to main content

Nullità del trasferimento d’azienda: il rapporto di lavoro prosegue con la Società cedente

By 4 Ottobre 2022No Comments

Corte di Cassazione, Sez. Lav.

Una società cedeva un ramo d’azienda unitamente ai contratti di lavoro dei dipendenti ivi impiegati ad un’altra società. Un lavoratore dipendente del ramo d’azienda ceduto stipulava con la società cessionaria un accordo transattivo con incentivo all’esodo, poiché aveva maturato i requisiti per percepire la pensione di anzianità. Successivamente, il lavoratore ricorreva in Tribunale nel corso di un giudizio per la declaratoria di nullità del trasferimento d’azienda, chiedendo alla Società cedente di proseguire nel rapporto di lavoro e di provvedere al pagamento delle retribuzioni maturate a decorrere dalla stipula dell’accordo transattivo con la cessionaria.
La Suprema Corte, nell’accogliere il ricorso del lavoratore, ha ribadito che quando viene accertata l’invalidità della cessione d’azienda, tra il lavoratore ed il cessionario si instaura un rapporto lavorativo di mero fatto le cui vicende non incidono sul rapporto giuridico con il cedente che si considera tuttora esistente. Inoltre, il raggiungimento dei requisiti pensionistici e la successiva percezione della pensione, non impediscono la reintegrazione nel posto di lavoro del dipendente illegittimamente licenziato, poiché la disciplina normativa dell’incompatibilità tra trattamento pensionistico e percezione di un reddito da lavoro dipendente incide solo sul piano del rapporto previdenziale ma non comporta l’invalidità del rapporto di lavoro.

Da oltre vent’anni l'avvocato Vincenzo Fabrizio Giglio esercita la professione di avvocato occupandosi esclusivamente di Diritto del Lavoro e delle relazioni sindacali e industriali.
Iscritto all'Albo degli Avvocati presso l'Ordine degli Avvocati di Milano, all'Albo Speciale degli avvocati ammessi al patrocinio dinanzi alla Corte di Cassazione e alle Altre Giurisdizioni Superiori, alla Associazione AGI – Avvocati Giuslavoristi Italiani e al network internazionale EELA – European Employment Lawyers Association, ha lavorato in alcuni tra i più importanti studi legali milanesi per poi intraprendere un percorso professionale autonomo, senza mai trascurare l’aggiornamento e la formazione. La continua innovazione dell’ordinamento giuridico che rende imprescindibile il costante aggiornamento è di sprone per individuare modalità sempre più efficienti per servire i clienti e anticiparne le esigenze. Per questo motivo, oltre che per passione personale, l'avvocato Vincenzo Fabrizio Giglio coltiva la propria attività di ricerca e pubblicazione scientifica, necessaria per offrire al cliente il miglior servizio.
Contatta Vincenzo Fabrizio Giglio
Translate