Newsletter

Corte di Cassazione

Una lavoratrice veniva licenziata per giustificato motivo oggettivo per soppressione del proprio posto di lavoro in vista di una fusione tra società. La Corte di Cassazione ha affermato che il trasferimento d'azienda non può giustificare il licenziamento: «[…] il trasferimento [d'azienda] non può essere di per sé ragione giustificativa di licenziamento, [ma] l'alienante conserva il potere di recesso attribuitogli dalla normativa generale; ne consegue che il trasferimento di azienda non può impedire il licenziamento per giustificato motivo oggettivo, sempre che questo abbia fondamento nella struttura aziendale, e non nella connessione con il trasferimento o nella finalità di agevolarlo». La Corte di Cassazione ha affermato che la soppressione del posto di lavoro della lavoratrice non risultava provata e ha dichiarato il licenziamento della lavoratrice illegittimo, con applicazione della tutela reintegratoria di cui all'art. 18, comma 4, Statuto.


CUSTOMER INFORMATION

As is our duty, we have responded to our Government's call to limit as much as possible travel to and from Milan and within the city itself.
Our physical offices are therefore closed until 3 April 2020.
We are, however, all working remotely and we are giving regular course to ordinary activities. 
You can therefore communicate with us via e-mail or telephone (+39 (0)2 4398 0443), specifying your telephone number. 
Any meetings may normally be held via Zoom.us or Webex.
Our support for our customers therefore remains constant, even in this period in which we are all called to contribute, even with some sacrifice, to the collective interest. 
We remain at your disposal, as always, for any need.

Find Us

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.