Newsletter

¬ęDecreto #CuraItalia¬Ľ

Resta confermato il divieto di licenziamento, sia individuale sia collettivo, fino al 16 maggio 2020 (incluso). La legge di conversione precisa che il divieto non trova applicazione nei casi in cui ¬ęil personale interessato dal recesso, gi√† impiegato nell'appalto, sia riassunto a seguito di subentro di nuovo appaltatore in forza di legge, di contratto collettivo nazionale di lavoro o di clausola del contratto d'appalto¬Ľ. Non vengono offerti chiarimenti, invece, in relazione ai diversi casi apparentemente non compresi nello spettro della norma. Sembrano pertanto tuttora consentiti il licenziamento individuale dei dirigenti, per superamento del periodo di comporto, in prova, degli apprendisti (al termine del periodo formativo), di coloro che hanno raggiunto l'et√† pensionabile, dei lavoratori domestici, etc.). Dagli annunci divulgati, il Governo sembra intenzionato a prolungare il divieto di licenziamento per un ulteriore periodo.

Find Us

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.