Newsletter

«Decreto Rilancio»

Al fine di favorire una maggiore celerità del pagamento degli ammortizzatori sociali, i datori di lavoro che fanno richiesta di pagamento diretto della prestazione ai lavoratori, trasmettono la relativa domanda entro il quindicesimo giorno dall'inizio del periodo di sospensione o riduzione dell'attività lavorativa. A fronte di tale domanda, l'INPS disporrà il pagamento del 40% delle ore autorizzate nell'intero periodo, provvedendo al pagamento del residuo (ovvero al recupero nei confronti del datore di lavoro degli importi eventualmente anticipati in modo indebito), solo a seguito della successiva trasmissione completa dei dati dei lavoratori da parte dei datori di lavoro (quest'ultimo adempimento, da compiersi entro 30 giorni dall'erogazione del suddetto anticipo). Per i richiedenti la CIGD il datore di lavoro dovrà inviare all'Istituto i dati necessari per il pagamento dell'integrazione salariale, secondo le modalità che saranno stabilite dall'INPS, entro il giorno 20 di ogni mensilità successiva a quella di integrazione salariale La domanda di estensione oltre le nove settimane può essere presentata dopo il 18 giugno 2020.

Find Us

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.