Newsletter
Cass., Sez. Lav., Sentenza 26 gennaio 2016, n. 1350 Un nuovo accordo collettivo aziendale, applicato dalla datrice di lavoro, ha previsto l’estensione della zona operativa assegnata ai portalettere, in caso di necessità gestionali. Per protesta, alcuni lavoratori hanno proclamato il cd. «sciopero delle mansioni» rifiutando di eseguire la prestazione richiesta nelle nuove zone. La Suprema Corte ha tuttavia sancito che tale forma di protesta non costituisce sciopero, ma inadempimento contrattuale, con possibili conseguenze sanzionatorie a carico del lavoratore.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.