Newsletter
«Jobs Act» - «Decreto Poletti», L.  26 maggio 2014, n. 78 Il contratto a termine può essere non soltanto prorogato ma anche rinnovato Fermo restando il rispetto dei limiti di 36 mesi e del 20%, il contratto a tempo determinato tra datore e lavoratore potrà essere non soltanto prorogato fino a 5 volte ma altresì rinnovato, ossia, cessato il primo contratto se ne potrà stipulare un secondo e cosi via. Legittimità del contratto a termine di durata superiore a 36 mesi per sostituzione? Il Governo potrà intervenire per consentire, in deroga al limite dei 36 mesi, la stipulazione di contratti a termine per ragioni di sostituzione che superino la durata massima consentita. Resta ferma la possibilità di rinnovo dei contratti a termine stagionali nei settori del commercio, turismo e spettacolo Nei settori del commercio, del turismo e dello spettacolo è tradizionalemente consentito il rinnovarsi stagionale di anno in anno di contratti di lavoro a termine (in relazione alla stagione turistica, alla stagione teatrale o concertistica, ecc.), così come il rinnovarsi di contratti occasionali (in relazione a convegni, congressi, banchetti, ecc.), si chiarisce che la nuova disciplina del contratto a termine deve essere interpretata nel senso della piena legittimità dei rinnovi, nel rispetto dei preesistenti limiti per i rinnovi.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.