Newsletter

Corte di Cassazione, Sez. Lav.

In sede di procedimento disciplinare, il datore di lavoro deve porre a disposizione dell'incolpato che ne faccia richiesta la documentazione posta a sostegno della contestazione disciplinare. In giudizio, il ricorrente (licenziato per aver posto in essere un'attività in concorrenza con la datrice di lavoro) sosteneva che l'obbligo di porre a disposizione dell'incolpato gli elementi di prova posti alla base della contestazione disciplinare gravasse sull'impresa già in questa sede e indipendentemente dalla richiesta dell'incolpato. La Corte ha invece ribadito che l'obbligo nasce unicamente dall'esplicita richiesta dell'incolpato di conoscere tali elementi di prova, ai fini dell'approntamento della propria difesa.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.