Newsletter

Corte di Cassazione, Sez. Lav.

Nel caso esaminato, un lavoratore addetto alla guida di camion non aveva rispettato le distanze di sicurezza provocando un tamponamento e il danneggiamento del mezzo aziendale. Il lavoratore aveva già cagionato incidenti in due precedenti occasioni. La Corte d'Appello investita della lite sul licenziamento, ha ritenuto che la complessiva condotta del lavoratore avesse fatto venire meno la fiducia del datore sul futuro svolgimento del rapporto. La Suprema Corte ha confermato la decisione, ribadendo che giustifica il licenziamento disciplinare quel comportamento che costituisce grave violazione degli obblighi del rapporto, ledendo irrimediabilmente il vincolo fiduciario; da valutare in base alla natura e alla qualità del rapporto, alla posizione delle parti, al grado di affidamento richiesto, ad danno eventualmente arrecato, al tipo di partecipazione soggettiva dell'autore.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.