Newsletter

Corte di Cassazione, Sez. Lav.

In una realtà produttiva caratterizzata da particolare e specifica specializzazione, nella quale sono richieste competenze tecniche espressamente tarate sul settore in cui opera l'azienda, il criterio selettivo del possesso di elevate competenze specialistiche non può ritenersi né generico, né arbitrario. Al contrario, ha precisato la Cassazione, proprio per la peculiarità e l'alta specializzazione delle lavorazioni, il ricorso a tale criterio assolve allo scopo, cui è preordinata la procedura collettiva di riduzione del personale, di salvaguardare la continuazione dell'attività dell'impresa. Nel caso esaminato, si trattava di un'impresa operante nel settore della bonifica bellica con impiego di maestranze altamente specializzate.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.