Newsletter

Corte di Cassazione

In tema di mobbing, comportamenti quali ¬ęil cambio di stanza, l'attesa per essere ricevuto, [¬Ö] la mancata firma di pareri o atti, l'omessa convocazione per direttive¬Ľ non sono idonei, di per s√©, a dimostrare un intento persecutorio nei confronti del dirigente. Detti atteggiamenti, infatti, possono essere giustificati da necessit√† di svolgimento del servizio. La Corte di Cassazione ha escluso la sussistenza di mobbing verticale da parte di un direttore generale del Ministero nei confronti di un dirigente.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.