Newsletter

INPS

Per alcune categorie di lavoratori dipendenti (come i lavoratori a tempo indeterminato), la tutela previdenziale della malattia è riconosciuta anche dopo la cessazione del rapporto. In questi casi, il termine per chiedere la NASPI può essere sospeso. In caso di malattia indennizzabile dall'INPS o infortunio sul lavoro o malattia professionale indennizzabile dall'INAIL, insorti dopo la cessazione del rapporto o in costanza di rapporto e protrattisi oltre tale cessazione, il termine per chiedere la NASPI è sospeso sino al termine della malattia. Il termine per chiedere la NASPI non può essere sospeso in ogni caso in cui non è prevista una tutela della malattia oltre la cessazione del rapporto (lavoratori a tempo determinato del settore commercio) e nell'ipotesi in cui la malattia non sia indennizzata o indennizzabile.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.