Newsletter

Corte di Cassazione, Sez. Lav.

Sussiste il divieto di trasferire, salvo il suo consenso, il lavoratore che assiste con continuit√† un familiare disabile anche nel caso di mutamento geografico della sede di lavoro nell'ambito della medesima unit√† produttiva. √ą pertanto legittimo il rifiuto al trasferimento da parte del dipendente, se pregiudica l'assistenza familiare al disabile, salva la prova di esigenze aziendali effettive e urgenti, insuscettibili di essere altrimenti soddisfatte. Il divieto di trasferimento opera a prescindere dalla situazione di gravita? dell'handicap di cui e? affetto il familiare.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.