Newsletter

Corte di Cassazione, Sez. Lav.

La Corte di Cassazione è intervenuta sulle sanzioni disciplinari comminate in modo arbitrario. La Corte ha infatti ricordato che, ai sensi dell'art. 2087 Cod. civ., il datore di lavoro ha il dovere di adottare le misure necessarie per assicurare l'integrità fisica e morale dei propri dipendenti. Detto principio trova applicazione anche nel caso in cui l'imprenditore abbia adottato sanzioni disciplinari prive di fondamento. Se tali iniziative cagionano un pregiudizio al lavoratore, alla sua vita di relazione o alla sua salute, il datore può essere ritenuto responsabile del danno e condannato al relativo risarcimento.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.