Newsletter

Corte di Cassazione, Sez. Lav.

La Suprema Corte ha ricordato che, per aversi scarso rendimento e giustificare il licenziamento, deve risultare provata ¬ęuna evidente violazione della diligente collaborazione dovuta dal dipendente¬Ö in conseguenza dell'enorme sproporzione tra gli obiettivi fissati dai programmi di produzione¬Ö e quanto effettivamente realizzato nel periodo di riferimento, tenuto conto della media di attivit√† tra i vari dipendenti ed indipendentemente dal conseguimento di una soglia minima di produzione¬Ľ. Nel caso esaminato, tale ipotesi √® stata esclusa poich√©, se pure i risultati del lavoratore erano inferiori alla media, essi erano pari a quelli di altri colleghi non raggiunti da licenziamento. Accertata l'illegittimit√† del licenziamento, la Corte ha ritenuto applicabile la sola tutela indennitaria, escludendo la reintegrazione.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.