Newsletter

INPS

L'INPS fornisce chiarimenti sulla fruizione del congedo obbligatorio da parte del padre lavoratore dipendente. Il congedo obbligatorio va fruito entro i cinque mesi dalla nascita del figlio. La durata del congedo è oggi di cinque giorni che possono essere goduti anche in via non continuativa entro i cinque mesi di vita del minore (oppure dall'ingresso in famiglia o in Italia del minore, in caso di adozione o affidamento nazionale o internazionale). Il padre lavoratore dipendente può fruire di un ulteriore giorno di congedo facoltativo, previo accordo con la madre e in sua sostituzione, in relazione al periodo di astensione obbligatoria spettante a quest'ultima. Per le nascite, le adozioni o gli affidamenti avvenuti nel 2018, i padri lavoratori dipendenti hanno diritto a soli quattro giorni di congedo obbligatorio, anche se fruiti nel 2019.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.