Newsletter

Corte di Giustizia

I datori di lavoro debbono istituire un sistema che consenta la misurazione della durata dell'orario di lavoro giornaliero svolto da ciascun lavoratore. Così ha deciso la Corte di Giustizia Europea, secondo la quale la sola registrazione delle ore di lavoro straordinario non è sufficiente a garantire il rispetto dei limiti di durata massima dell'orario di lavoro e di durata minima del riposo. Inoltre, in giudizio, mezzi di prova come la testimonianza, i messaggi di posta elettronica, la consultazione di telefoni cellulare o di computer non consentono di dimostrare il numero di ore di lavoro svolto da ciascun lavoratore in modo affidabile.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.