Newsletter

Corte di Cassazione

Una societ√† bandiva una procedura per l'assunzione di personale in relazione al ruolo di Capo Servizio Treno e indicava tra i requisiti per l'assunzione il limite minimo di altezza di 160 centimetri, valevole sia per le donne che per gli uomini. Una lavoratrice non veniva assunta per ¬ędeficit staturale¬Ľ (altezza inferiore a 160 centimetri). La Corte di Cassazione ha affermato che tale previsione presuppone erroneamente che tra donne e uomini non ci sia differenza di statura e comporta una discriminazione indiretta a sfavore della donna. Sulla base di questo principio, la societ√† √® stata quindi condannata ad assumere la lavoratrice.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.