Newsletter

Corte di Cassazione

Le rinunce e le transazioni aventi a oggetto diritti del lavoratore, contenute in verbali di conciliazione conclusi in sede sindacale, non sono impugnabili, a condizione che l'assistenza prestata dal rappresentante sindacale sia stata effettiva. Il lavoratore deve essere posto in condizione di sapere a quale diritto rinuncia e in quale misura. In caso di transazione, inoltre, devono essere chiare la questione oggetto di lite e le reciproche concessioni. E l'eventuale sproporzione tra reciproche concessioni non assume rilievo. In difetto, la conciliazione può essere impugnata facendo rivivere i diritti abdicati del lavoratore.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.