Newsletter

Ministero del Lavoro

√ą stato chiesto al Ministero del Lavoro se le attivit√† di ristorazione senza somministrazione non operanti nel settore dei pubblici esercizi, bens√¨ in quello delle imprese alimentari artigiane (quali pizzerie al taglio, rosticcerie, ecc.), possano rientrare tra le attivit√† per le quali √® possibile stipulare un valido contratto di lavoro intermittente in assenza dei requisiti di legge (R.D. n. 2657/1923, punto n. 5; art. 13, D.Lgs. n. 81/2015). In particolare, il R.D. consente le prestazioni intermittenti svolte da: ¬ęcamerieri, personale di servizio e di cucina negli alberghi, trattorie, esercizi pubblici in genere, carrozze letto, carrozze ristoranti e piroscafi, [¬Ö]¬Ľ. La norma richiede dunque che sussistano due condizioni: i lavoratori devono essere impiegati come camerieri o personale di servizio e di cucina; e l'attivit√† dev'essere resa nelle strutture richiamate. Ad avviso del Ministero, dunque, la norma non consente di considerare ¬ęesercizi pubblici in genere¬Ľ anche le imprese artigiane alimentari non operanti nel settore dei pubblici esercizi.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.