Newsletter

Corte di Cassazione, Sez. Lav.

In tema di contratto di lavoro intermittente, nella disciplina dettata dal D.Lgs. n. 276/2003 vigente nel 2011, la contrattazione collettiva ha il compito di individuare le «esigenze» per cui è consentito tale contratto, ma non ha «alcun potere di interdizione» circa la possibilità di utilizzo di tale contratto. Il contratto collettivo, dunque, non può vietare il lavoro intermittente. Il principio può ritenersi applicabile anche alle fattispecie di flessibilità oggi vigenti.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.