Newsletter

Corte di Cassazione, Sez. Lav.

La base imponibile per la determinazione dei contributi previdenziali dovuti per lavoratori italiani che prestano attività lavorativa all'estero in Paesi convenzionati corrisponde alla retribuzione effettiva e non a quella convenzionale. Così ha deciso la Suprema Corte, stabilendo la non applicabilità della retribuzione convenzionale individuata ai sensi dell'art. 4, comma 1, D.L. n. 317/1987. Ad avviso della Corte, infatti, l'art. 51, comma 8-bis, T.U.I.R. opera esclusivamente a fini fiscali e non incide sulla determinazione della retribuzione imponibile a fini contributivi.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.