Newsletter

«Legge di Bilancio 2019»

Dal 1° gennaio 2019, i datori di lavoro pubblici e privati che intendono stipulare accordi di smart working devono dare priorità alle richieste delle lavoratrici madri formulate nei tre anni successivi alla conclusione del congedo di maternità e alle richieste dei lavoratori con figli in condizioni di disabilità.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.