Newsletter

INL

L'INL ha chiarito che i cittadini stranieri possono svolgere attivit√† lavorativa nelle more del rilascio di un permesso di soggiorno per motivi familiari. Tale permesso consente allo straniero di svolgere attivit√† di lavoro subordinato o autonomo sul territorio italiano fino alla sua scadenza e senza la necessit√† di convertirlo in permesso di lavoro (art. 30, comma 2, TUI; art. 14, comma 1, D.P.R. n. 394/1999). In realt√†, la legge consente lo svolgimento di attivit√† lavorativa nelle more del rilascio o del rinnovo del permesso, quando si tratti della richiesta di un permesso per lavoro subordinato; e sempre che, tra l'altro, il richiedente sia in possesso del modulo di richiesta del permesso di soggiorno e della ricevuta attestante la presentazione della domanda (art. 36, D.P.R. n. 394/1999). Tale disposizione non √® ribadita anche per i richiedenti permesso di soggiorno per motivi familiari. L'INL ha tuttavia stabilito ¬Ė d'intesa con il Ministero dell'Interno ¬Ė che la liceit√† temporanea possa trovare applicazione anche in tali casi. Pertanto, i soggetti richiedenti un permesso di soggiorno per motivi familiari possono iniziare a lavorare regolarmente non appena in possesso della ricevuta postale attestante la richiesta.

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. 
Continuando ad utilizzare il sito, accetti i termini d'utilizzo dei cookie.