Skip to main content
Lavoro a tempo determinato

La prescrizione dei crediti retributivi in caso di successione di (validi) contratti a termine

By 13 Luglio 2022No Comments

Corte di Cassazione, Sez. Lav.

Un lavoratore, assunto nel 1999, con reiterati contratti a termine e poi a tempo indeterminato nel 2008, chiedeva il riconoscimento dell’anzianità giuridica ed economica maturata nei periodi di contratto a termine, con conseguente condanna del datore al pagamento delle differenze retributive. Il datore resisteva in giudizio sostenendo, tra l’altro, che i crediti erano ormai prescritti.
La Suprema Corte ha dato ragione al datore di lavoro, precisando che nel caso in cui tra le stesse parti si succedano due o più contratti di lavoro a termine, ciascuno dei quali legittimo ed efficace, il termine prescrizionale dei crediti retributivi inizia a decorrere, per i crediti che sorgono nel corso del rapporto lavorativo dal giorno della loro insorgenza e, per quelli che si maturano alla cessazione del rapporto, a partire da tale momento. Secondo la Corte, infatti, nel contratto a termine validamente stipulato, poiché il lavoratore ha solo diritto a che il rapporto venga mantenuto in vita sino alla scadenza concordata e l’eventuale risoluzione ante tempus non fa venir meno alcuno dei diritti derivanti dal contratto, non è configurabile alcuna situazione di oggettiva debolezza del lavoratore che impedisca il decorso della prescrizione.
La Cassazione ha quindi rigettato la richiesta del lavoratore, condannandolo alle spese di giudizio.

Da oltre vent’anni l'avvocato Vincenzo Fabrizio Giglio esercita la professione di avvocato occupandosi esclusivamente di Diritto del Lavoro e delle relazioni sindacali e industriali.
Iscritto all'Albo degli Avvocati presso l'Ordine degli Avvocati di Milano, all'Albo Speciale degli avvocati ammessi al patrocinio dinanzi alla Corte di Cassazione e alle Altre Giurisdizioni Superiori, alla Associazione AGI – Avvocati Giuslavoristi Italiani e al network internazionale EELA – European Employment Lawyers Association, ha lavorato in alcuni tra i più importanti studi legali milanesi per poi intraprendere un percorso professionale autonomo, senza mai trascurare l’aggiornamento e la formazione. La continua innovazione dell’ordinamento giuridico che rende imprescindibile il costante aggiornamento è di sprone per individuare modalità sempre più efficienti per servire i clienti e anticiparne le esigenze. Per questo motivo, oltre che per passione personale, l'avvocato Vincenzo Fabrizio Giglio coltiva la propria attività di ricerca e pubblicazione scientifica, necessaria per offrire al cliente il miglior servizio.
Contatta Vincenzo Fabrizio Giglio
Translate