Skip to main content
Licenziamento nullo

La somministrazione è irregolare se viola i limiti numerici. E, se manca la contestazione disciplinare, si reintegra anche in «Jobs act»

By 16 Febbraio 2021No Comments

Tribunale di Pavia

Un lavoratore somministrato svolgeva mansioni di pulizia presso l’azienda utilizzatrice; egli veniva licenziato prima della scadenza del termine apposto al contratto a seguito di procedimento disciplinare. Il lavoratore ha impugnato il licenziamento comunicatogli dall’agenzia di somministrazione, chiedendo al contempo il riconoscimento dell’irregolarità della somministrazione per il superamento dei limiti quantitativi concessi all’utilizzatore.
L’utilizzatore a propria difesa ha sostenuto che, poiché il lavoratore apparteneva alla categoria dei lavoratori svantaggiati, non dovesse essere computato nei limiti quantitativi. Tuttavia, né l’utilizzatore né il somministratore hanno dato prova di tale circostanza.
Il Tribunale ha pertanto riconosciuto la costituzione del rapporto di lavoro alle dipendenze dell’utilizzatore. Inoltre, il datore e l’agenzia non hanno dimostrato l’avvenuta consegna della contestazione disciplinare. Ad avviso del Tribunale la conseguenza di ciò, merita di essere la dichiarazione di nullità del licenziamento, anche in regime di «Jobs act» e di «contratto a tutele crescenti», con la conseguente reintegrazione del lavoratore nel posto di lavoro.

Da oltre vent’anni l'avvocato Vincenzo Fabrizio Giglio esercita la professione di avvocato occupandosi esclusivamente di Diritto del Lavoro e delle relazioni sindacali e industriali.
Iscritto all'Albo degli Avvocati presso l'Ordine degli Avvocati di Milano, all'Albo Speciale degli avvocati ammessi al patrocinio dinanzi alla Corte di Cassazione e alle Altre Giurisdizioni Superiori, alla Associazione AGI – Avvocati Giuslavoristi Italiani e al network internazionale EELA – European Employment Lawyers Association, ha lavorato in alcuni tra i più importanti studi legali milanesi per poi intraprendere un percorso professionale autonomo, senza mai trascurare l’aggiornamento e la formazione. La continua innovazione dell’ordinamento giuridico che rende imprescindibile il costante aggiornamento è di sprone per individuare modalità sempre più efficienti per servire i clienti e anticiparne le esigenze. Per questo motivo, oltre che per passione personale, l'avvocato Vincenzo Fabrizio Giglio coltiva la propria attività di ricerca e pubblicazione scientifica, necessaria per offrire al cliente il miglior servizio.
Contatta Vincenzo Fabrizio Giglio
Translate