Skip to main content
Dirigenti

Licenziato in tronco il dirigente che ha tollerato la prassi dell’emissione di fatture false e l’acquisto di beni attraverso fondi occulti

Corte di Cassazione, Sez. Lav.

La Suprema Corte ha confermato la legittimità del licenziamento comunicato ad un dirigente perché colpevole di aver tollerato la creazione di fondi neri. Tale condotta, secondo i Giudici, si pone al di fuori dell’ordinamento giuridico che impone regole rigorose nell’amministrazione delle società e nella tenuta della contabilità e non tollera falsi ideologici in nessuna forma e per nessun fine.
Si tratta cioè di una condotta «antigiuridica» che rimane tale «a prescindere dalla rilevanza penale […] o dalla previsione di specifici divieti». In generale, secondo il Collegio, sussiste giusta causa di licenziamento nei casi in cui la condotta del lavoratore sia manifestamente contraria all’etica comune o concreti violazione dei doveri fondamentali connessi al rapporto di lavoro anche se ciò non sia espressamente previsto da un codice disciplinare o etico.

Translate